MilleChiodi… ogni riccio è una borchia.


In un post precedente avevo parlato di come casualmente mi ero ritrovata ad acquistare delle borchie al mercato (… caduti i denti da latte mi so cresciute le borchie).
Era un momento particolare, di cambiamenti (a proposito ci sono momenti che restano fissi e non cambiano mai?), di ritorni e quelle piccole borchie mi erano capitate tra le mani, scelte più meno consapevolmente a rappresentare ciò che sono… o meglio, un parte di me che a volte esce fuori.

Mò però non vi pensate che sono un cane rabbioso, che mordo o chissà che…. sempre. Semplicemente a volte dovete lasciarmi perdere, perché quell’incazzatura che deriva dal fatto di non capire una cosa (o di non essere capiti), eh vabbè, quella cosa mi fa innervosire!
Avete presente A me me piace ‘o blues (e sì, il blues ci sta tutto!), ecco è un po’ come quella canzone ma con la parte di Je so’ pazzo al  minuto 2:27. 😀

Insomma un po’ la definirei rabbia, un po’ rivincita e un po’ “Lasciatemi perdere per un po’, che c’ho i cazzi miei”… poi ci ribecchiamo, tranquilli. Però mò bàst.

E dunque c’è sempre un motivo per esporre le proprie borchie (perché tenersele dentro?), le declinazioni possono essere varie e  personali.
Tipo, le vostre quali potrebbero essere?
Sono curiosa!

E poi sì, è vero: tutto è relativo, ma ci sono fatti, emozioni e modi di sentire che possono avvicinarci e far abbassare per un momento quelle piccole borchie poste a difesa di una bella e delicata rosa. ***

Questo sono i MilleChiodi per me… e così sono nati.

***(La parte smielata è funzionale e serve a far capire che dietro a tutti quei “Mordo!”, “Graffio!” “Lasciatemi perdere!” anche un po’ bimbiminkia, c’è un gattino puffoloso , che cerca solo di essere coccolato- i gattini rendono bene l’idea visto che ci hanno scoffolato l’anima, Pino Daniele avrebbe detto “C’hànn sckassat’o càzz cò sti gattini!”-)

IL DIABBETE, popio.

 

I MilleChiodi sono la parte ruvida dell’anima.
La rivincita, la difesa, le spine di una rosa.
Il rock e il punk.
La strada.
E tu?
Qual è il tuo chiodo fisso?

Raccontamelo su Facebook o lascia un commento qui sotto,
oh, te che passi! 🙂

Se invece siete troppo curiosi e volete farvi pungere
andate sul mio Alm—>>
FridaWer’ Shop

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...